Fondazione Fon.Ce

STATUTO

1 Istituzione E' istituita con sede in Milano una Fondazione denominata "Fondazione per lo sviluppo, della Cooperazione edilizia · FON.CE.".
La Fondazione è una organizzazione non lucrativa di utilità sociale ai sensi del D. Lgs. N. 460/97.
2 Scopo La Fondazione non ha scopo di lucro, non può distribuire utili e persegue esclusivamente fini di solidarietà sociale, senza discriminazione di genere,nazionalità, religione.
La Fondazione svolge la sua attività finalizzata alla promozione della cooperazione edilizia onde eliminare i disagi derivanti alle persone dalla mancanza di un alloggio dignitoso e favorire quindi l’integrazione sociale e lavorativa nel territorio.
La Fondazione per il raggiungimento dei suoi scopi potrà fra l'a1tro:
Stipulare ogni opportuno atto o contratto per il finanziamento di nuove iniziative di cooperazione edilizia, nonché convenzioni di qualsiasi genere con Enti Pubblici o Privati che siano considerati opportuni e utili per il raggiungimento degli scopi della fondazione.
Fornire consulenze di tipo amministrativo e gestionale alle cooperative che ne facessero richiesta.
Partecipare ad associazioni, enti ed istituzioni, pubbliche e private, la cui attività sia rivolta, direttamente od indirettamente, al contrasto del disagio abitativo.
Costituire, ovvero concorrere alla costituzione,sempre in via accessoria e strumentale, diretta od indiretta, al perseguimento degli scopi istituzionali, di società di persone e/o capitali nonché partecipare a società del medesimo tipo.
La Fondazione inoltre potrà svolgere tutte le attività direttamente connesse al proprio scopo istituzionale, monche tutte le attività direttamente accessorie per natura a quelle statutarie in quanto ad esso integrative purché nei limiti consentiti dalla legge, e in particolare dall'art. 10 del D. Lgs. n° 460/97.
3 Fondo di dotazione Il patrimonio della Fondazione é costituito:
dal fondo di dotazione costituito dai conferimenti in denaro o beni mobili ed immobili, o altre utilità impiegabili per il perseguimento degli scopi, effettuati dai Fondatori o degli altri partecipanti;
dai beni mobili ed immobili che pervengano a qualsiasi titolo alla Fondazione, compresi quelli delle stessa acquistati secondo le norme del presente Statuto;
delle elargizioni fette da Enti o de privati con espressa destinazione ad incremento del patrimonio;
delle somme delle rendite non utilizzate che, con delibere dell‘Organo Amministrativo, possono essere destinate ed incrementare il patrimonio;
da contributi attribuiti al fondo di dotazione dallo Stato, de Enti Territoriali o da altri Enti Pubblici.
E' fatto salvo l'obbligo di provvedere alla conservazione del patrimonio.
4 Fondo di gestione Il fondo di gestione della Fondazione é costituito:
dalle rendite e dai proventi derivanti dal patrimonio e dalle attività della Fondazione medesima;
da eventuali donazioni o disposizioni testamentarie, che non siano espressamente destinate al fondo di dotazione;
da eventuali altri contributi attribuiti dallo Stato, da Enti Territoriali o da altri Enti Pubblici;
dai contributi dei Fondatori, degli Aderenti e dei Sostenitori e di qualsiasi terzo;
dai ricavi delle attività istituzionali, accessorie, strumentali e connesse.
Le rendite e le risorse della Fondazione saranno impiegate per il funzionamento delle Fondazione stessa e per le realizzazione dei suoi scopi.
5 Esercizio finanziario L‘esercizio finanziario va del 1° gennaio al 31 dicembre di ogni anno.
Alle fine di ogni esercizio verranno predisposti dall'organo Amministrativo il bilancio consuntivo e quello preventivo del successivo esercizio.
E' vietata la distribuzione, anche indiretta, di utili o avanzi di gestione nonché di fondi, riserve o capitale durante la vita delle Fondazione, Salvo che la distribuzione e la destinazione non siano imposte della legge; questi debbono essere impiegati solo per lo svolgimento delle attività istituzionali e di quelle ed esse direttamente connesse.
6 Fondatori Sono fondatori quelli intervenuti a1l‘atto di costituzione della Fondazione.
Possono diventare Fondatori, nominati tali con delibera adottata all‘unanimità dei fondatori, le persone fisiche o giuridiche, pubbliche o private, e gli enti che, condividendo le finalità della Fondazione, contribuiscano al Fondo di Dotazione od anche al Fondo di Gestione.
7 Partecipanti Sostenitori Possono ottenere la qualifica di "sostenitori" le persone fisiche o giuridiche, pubbliche o private, e gli enti che, contribuiscono agli scopi della Fondazione con un contributo che verrà determinato dall'organo Amministrativo, ovvero con una attività anche professionale, di particolare rilievo o con l'attribuzione di beni materiali od immateriali.
8 Gli organi Sono organi della Fondazione: il Presidente, il Consiglio Direttivo o l'Amministratore Unico e 1'Organo di revisione contabile.
Le cariche di Presidente, di Vice Presidente, di membro del Consiglio Direttivo e dell‘Organo di Revisione Contabile hanno durata quinquennale.
9 Il Presidente Il Presidente è eletto dal Consiglio Direttive nel suo seno. I1 Presidente convoca e presiede le adunanze del Consiglio Direttivo e ne esegue le deliberazioni; ha la rappresentanza della Fondazione verso i terzi ed in giudizio con tutti i poteri ad essa relativi ivi compresi quello di nominare procuratori speciali per singoli atti o categorie di atti determinandone le attribuzioni ed i poteri; provvede agli affari urgenti negli intervalli tre le Sedute del Consiglio Direttivo, sottoponendone le decisioni relative alla ratifica degli stessi nella prima riunione utile.
Sorveglia il buon andamento della Fondazione, cura l'osservanza delle Statuto e l‘esecuzione delle delibere del Consiglio Direttivo.
10 Il Vice Presidente Il Vice Presidente e eletto dal Consiglio Direttivo nel suo seno.
Sostituisce il Presidente su sua richiesta, ovvero in caso di necessità, assenza o impedimento anche nella rappresentanza della Fondazione.
11 Il Consiglio Direttivo Il consiglio direttivo é formato da tre componenti ed è l'organo al quale é riservata la deliberazione degli atti essenziali alla vita della Fondazione ed al raggiungimento dei suoi scopi.
Nel primo quinquennio dalla costituzione i membri del Consiglio Direttivo sono espressi dai fondatori. I consiglieri sono rieleggibili.
Per i quinquenni successivi la nomina spetta a maggioranza assoluta ai fondatori iniziali e a quelli tali nominati ai Sensi dell‘art. 6.
Il Consiglio Direttivo ha la direzione morale ed amministrativa della Fondazione; dispone di tutti i poteri per l’amministrazione, anche straordinaria, del patrimonio, per la gestione delle entrate ordinarie e straordinarie e per la destinazione — nell'ambito delle attività istituzionali — degli utili o avanzi di gestione; approva il bilancio preventive e consuntivo; delibera l'accettazione di contributi, donazioni, lasciti ; delibera sull’eventuale assunzione di personale dipendente.
Il Consiglio Direttivo é convocato dal Presidente, o in mancanza, dal Vice Presidente ovvero anche dal consigliere più anziano d‘età, presso la sede della Fondazione o altrove purché in Italia, ogniqualvolta lo ritenga opportuno e, in ogni caso, almeno due volte l'anno mediante avviso scritto contenente l'ordine del giorno, recapitato a ciascun consigliere almeno cinque giorni prima della data stabilita per la riunione; in caso d'urgenza, la convocazione può essere fatta anche per telefax, telegramma o telefono, almeno tre giorni prima.
Esso deve essere in ogni caso convocato, qualora ne facciano richiesta almeno due componenti.
Fatto salvo quanto stabilito negli artt. 2, 12, 1.4 e 15 per la validità delle deliberazioni del Consiglio Direttivo é necessario l‘intervento della maggioranza dei consiglieri in carica ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti.
Tutti i poteri di gestione potranno essere espletati in alternative da un unico amministratore in luogo del consiglio direttivo.
12 L'organo di revisione contabile Il controllo sulla gestione della Fondazione è esercitato da un organo di revisione contabile nominato per cinque anni dal consiglio direttivo e composto di due membri.
I membri dell'organo di revisione contabile devono , possedere i medesimi requisiti richiesti dalla legge per i sindaci di Società per azioni. Il Presidente dell'organo di revisione contabile assiste alle riunioni del Consiglio Direttivo.
I membri dell'organo di revisione contabile, anche individualmente, controllano l'amministrazione della Fondazione ed accertano la regolare tenuta della contabilità, procedendo quando lo ritengano ad atti d’ispezione e di verifica, comunicano al Consiglio Direttivo la relazione al bilancio annuale, hanno diritto al compenso stabilito in relazione ai relativi albi di appartenenza.
Le riunioni dell'organo di revisione contabile sono verbalizzate in apposito registro. 13 Modifiche statutarie
Tutte le modificazioni del presente Statuto debbono essere deliberate dai fondatori, con parere unanime dei componenti, ed approvate dall’autorità amministrativa competente. Non sono comunque modificabili le finalità della Fondazione previste dal presente Statuto.
14 Estinzione Con la stessa unanimità prevista dall’art. precedente, i fondatori possono deliberare l'estinzione della Fondazione, qualora il raggiungimento delle scopo divenisse impossibile e di scarsa utilità, ovvero il patrimonio risultasse insufficiente. La medesima delibera provvede alla nomina di un liquidatore, e detta i criteri per la devoluzione del patrimonio residuo, sentito il parere vincolante dei Fondatori.
I1 liquidatore provvede agli adempimenti previsti dalle leggi e, una volta redatto il bilancio finale di liquidazione, procede alla devoluzione del patrimonio residuo ad altra od altre ONLUS aventi finalità omogenee e analoghe, secondo le indicazioni espresse nella deliberazione di estinzione, salva. Diversa destinazione imposta dalla legge.
15 Clausola di rinvio Per quanto non previsto dal, presente Statuto si applicano le disposizioni del Codice Civile e le norme di legge vigenti in materia tra cui il D.Lge. n°460/97.